NEWS - REGIONE LIGURIA

Lost in view. Installazione ambientale di Kurt Flecktenstein

Genova, dal 10 Agosto al 18 Settembre 2011 - Lost in view al museo di Villa Croce, è un’installazione ambientale specificamente creata per lo spazio del piano nobile del museo dall’artista e architetto tedesco Kurt Fleckenstein.Le ampie sale della villa saranno totalmente trasformate per divenire uno stretto e scuro labirinto disorientante che riproduce fedelmente, sulle pareti come sul soffitto, il disegno in b/n del vero pavimento del museo. Ne deriva un percorso claustrofobico in cui le finestre risultano essere le vie di fuga, uniche aperture verso l’esterno. Ma ad una osservazione più attenta anche alcune di queste uscite risultano essere artificiali, schermi su cui si proiettano le immagini dello spazio reale esterno - riprese in tempo reale da una webcam - alternate alle vere finestre. Questo espediente aumenta il senso di smarrimento perché non permette il riconoscimento di luoghi certi anche per chi conosca molto bene gli ambienti della villa.L’ambiente così riprogettato necessita un riposizionamento del visitatore nel suo rapporto con lo spazio e propone una percezione liberata dai tradizionali punti di riferimento, per scoprire la possibilità di un nuovo orientamento.Kurt Fleckenstein è nato a Heddesheim in Baden-Wüttemberg, vive e lavora a Mannheim (Germania) e Wroclaw (Polonia).Ha studiato Architettura del paesaggio con particolare attenzione alla Storia dell’arte all’Università di Scienze applicate di Weihenstephan (Munich) e Regional Planning all’Università di Karlsruhe. Ha conseguito un Dottorato all’Università di Kaisersalutem.E’ stato membro del Regional Planning Association Unterer Neckar e del County Council di Rhein-Neckar-Kreises e fin dagli anni ’90, dopo l’apertura delle barriere verso i paesi dell’ex-blocco comunista, si è particolarmente interessato alla situazione sociale e culturale della Polonia che è divenuta la sua seconda patria.L’artista è stato inizialmente attivo nel campo della progettazione urbana, dell’architettura del paesaggio e del horticultural art e

Il tesoro del Cremlino

Firenze, dal 27 Maggio al 11 Settembre 2011 - La mostra è frutto degli scambi culturali in occasione dell'anno delle celebrazioni Italia-Russia 2011, organizzati dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dal Ministero degli Affari Esteri di concerto con le corrispondenti Istituzioni russe. Essa sarà affiancata, a partire dal 29 maggio al 24 luglio 2011, da un'esposizione al Museo del Cremlino di Mosca dedicata ai tesori dei Medici, per lo più provenienti dal Museo degli Argenti di Palazzo Pitti, lo stesso che ospiterà questa mostra sui Tesori del Cremlino. Le opere in mostra -150 circa - presenteranno la straordinaria formazione e crescita di uno dei più importanti 'tesori' d'Europa: l'Armeria del Cremlino, la collezione più ricca del più antico museo russo che raccoglie i tesori reali, oggetti di corte di uso quotidiano e cerimoniale, legati ai nomi dei più grandi zar di Russia attraverso molti secoli di storia. Dal XII al XVIII secolo l'Armeria fu la 'stanza del tesoro', colma di oggetti preziosi di origine ed epoche diverse, acquistati per la Casa regnante o giunti in dono da ambasciatori di paesi stranieri: gioielli, armature, ricami, bizantini, russi, persiani, turchi e europei, contribuirono insieme allo sfarzo della corte degli Zar. Quando, nel XVIII secolo la Corte si trasferì da Mosca a San Pietroburgo, l'Armeria fu destinata ad accogliere oggetti legati al cerimoniale dell'incoronazione e alle sontuose vesti auliche. In mostra si presenteranno gli oggetti del periodo più fiorente dell'Armeria, quando era la 'Stanza del tesoro' degli Zar. Non esiste documentazione sul XII e XIII secolo ma, grazie al lavoro degli archeologi e alle preziose opere conservate nella Cattedrale del Cremlino, possiamo farci un'idea dei gioielli usati a quel tempo: complesse decorazioni di vesti in argento, collari e braccialetti, anelli quasi tutti lavorati con la tecnica della granulazione. Una piccola sezione di oggetti bizantini, provenienti dal tesoro della Cattedrale, mostreranno icone smaltate, cammei e pietre incise;
 

Gli argenti di TIFFANY donati all’ambasciatore Federico Sclopis dagli Stati Uniti d’America

Genova, dal 17 Maggio al 11 Settembre 2011 - A seguito della collaborazione con Palazzo Madama Museo Civico d’Arte Antica di Torino, in occasione del prestito degli argenti colombiani di Palazzo Spinola alla reggia di Venaria Reale per la mostra “La bella Italia. Arte e identità delle città capitali”, la vetrina ad essi destinata ospita ora tre monumentali argenti prodotti nella seconda metà dell’Ottocento da Tiffany su commissione degli Stati Uniti per un omaggio a Federico Sclopis, diplomatico al servizio di Vittorio Emanuele II per il successo ottenuto nel 1871 nella “vicenda dell’Alabama”. L’iniziativa sarà illustrata da Maurizio Galletti, Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Liguria, da Anna Maria Saiano, Agente Consolare degli Stati Uniti d’America e da Enrica Pagella, direttore di Palazzo Madama Museo Civico d’Arte Antica di Torino. Farida Simonetti, direttore della Galleria Nazionale di Palazzo Spinola, introdurrà Simonetta Castronovo, conservatore di Palazzo Madama, grazie alla quale seguiremo le vicende che hanno portato alla donazione degli argenti al museo torinese, mentre Gianni Franzone della Wolfsoniana ripercorrerà la storia e i protagonisti di una delle manifatture americane di argenteria e gioielleria più famose al mondo e in particolare illustrerà la committenza del Governo americano delle tre serie di monumentali servizi da punch destinati sia all’ambasciatore Sclopis, ora a Torino, che ai due membri della commissione, ovvero lo svizzero Jacques Staempfli e il Visconte d’Itajubá dal Brasile, i cui servizi sono oggi conservati rispettivamente presso il Musée d’Art et d’Histoire di Ginevra e nelle collezioni dell’Art Institute di Chicago. Anna Maria Saiano, ricordando la coincidenza dei 150 anni della Guerra Civile americana che scoppiò nel 1861, introdurrà Francesco Munari, ordinario di diritto dell’Unione Europea all’Università di Genova e docente di diritto internazionale presso la Facoltà di Scienze Politiche, che ricostruirà la figura del Conte Sclopis quale arbitro internazionale e il ruolo da egli svolto quale presidente del collegio arbitrale nella controversia tra Stati Uniti e Gran Bretagna relativa ai cosiddetti “Alabama Claims”

Traversata oceanica all’insegna dell’accessibilità

Andrea Stella (Fonte uff. Stampa evento)03.12.2010 - 01.03.2011La Spezia, dal 3 dicembre 2010 a marzo 2011 - Andrea Stella salperà insieme a Pietro D'Alì per attraversare l'Atlantico e diffondere i principi della convenzione Onu sui diritti per i disabili. Nuova avventura in mare per Andrea Stella, il velista di Thiene rimasto paralizzato alle gambe all'età di 24 anni, dopo essere rimasto coinvolto in una sparatoria a Miami. Il ragazzo che è tornato alla vela grazie alla costruzione del catamarano completamente accessibile ‘Spirito di Stella’, partirà il 3 dicembre da La Spezia per attraversare l'Atlantico, in un viaggio a tappe che lo vedrà toccare le coste delle Canarie e della Martinica prima di approdare proprio a Miami. La traversata vedrà infatti le vele del natante riportare i princìpi della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità e anche quelli del Manifesto Italiano per la Promozione del Turismo Accessibile.

Mediterraneo: da Courbet a Monet e Matisse

Claude Monet ‘Cap d’Antibes’ (Fonte uff. Stampa mostra)27.11.2010 - 01.05.2011
Genova, dal 27 novembre 2010 al 1° maggio 2011 – In mostra alcuni tra i più grandi artisti del XIX secolo.
La mostra sugli Impressionisti a Genova è un evento che rientra in un più ampio progetto di rinnovamento dell’immagine della città ligure e che la rilancia anche a livello internazionale. L’esposizione, che raccoglie 80 dipinti di pittori del periodo impressionista, avrà luogo presso il Palazzo Ducale del capoluogo ligure. La mostra ‘Mediterraneo’ vuole studiare, attraverso 80 dipinti provenienti da musei e collezioni di tutto il mondo, questo itinerario magico dentro il colore che Van Gogh descrisse in questo modo: «Colore cangiante, non sai mai se sia verde o viola, non sai mai se sia azzurro, perché il secondo dopo il riflesso cangiante ha assunto una tinta rosa o grigia».

Presepe di luce

Presepe di Luce (Fonte Uff. stampa InLiguria)

08.12.2010 - 02.02.2011
Manarola (Sp), dall’8 dicembre 2010 al 2 febbraio 2011 – La collina del suggestivo paesino delle Cinque Terre s’illuminerà con un Presepe fatto di luce.
Sulle colline di Manarola viene allestito un suggestivo Presepe fatto solo di luce che appare al calar della sera, quando si accendono le figure luminose a grandezza naturale che lo compongono. Da lontano la vista è di grande suggestione: oggi sono circa trecento le sagome dei personaggi, fra i quali non mancano contadini, pastori e, come si conviene a un presepe nel cuore delle Cinque Terre, pescatori e pesci. Le statue di luce (7.000 lampadine colorate e 7 km di cavo elettrico) si inerpicano lungo il pendio fino alla Capanna posta sulla sommità, dove brilla la cometa. Lo straordinario scenario si deve alla creatività di un ferroviere in pensione: Mario Andreoli che da trent'anni si dedica a questa paziente e laboriosa costruzione.

Natalidea

Nataleidea (Fonte uff. stampa evento)17.12.2010 - 19.12.2010

Genova, dal 7 al 19 dicembre - Tredici giorni di grandi occasioni e idee per lo shopping natalizio, con spazi dedicati all’enogastronomia e ai prodotti tipici locali La manifestazione natalizia, allestita nel nuovo padiglione della Fiera di Genova firmato dall’architetto Jean Nouvel, è suddivisa in quattro “macrosettori”: shopping, enogastronomia, ristorazione e auto. In primo piano gli articoli prettamente natalizi: decorazioni e addobbi per l’albero, palline in vetro colorato e dipinto a mano, statuine per il Presepe intagliate nel legno e molta oggettistica tradizionale. Diecimila metri quadrati sono dedicati alle autovetture con l’esposizione delle gamme complete di tutte le principali case automobilistiche. Per i doni più classici bijoux semipreziosi, calzature, pelletteria e pellicceria, capi d’abbigliamento per uomo, donna e bambino, telefonia, videogiochi TV e radio Hi Fi. Molto interessante l’area dedicata all’enogastronomia e alla degustazione, con la possibilità di acquistare formaggi, salumi, vini, birra, grappe e dolci tipici locali.

Borghi da gustare

BorgioVerezzi (Fonte uff. stampa ‘In Liguria’)10.09.2010 - 19.12.2010

Liguria, dal 10 settembre al 19 dicembre 2010 - Un'offerta di mini soggiorno per scoprire la Riviera dei Fiori. Arroccati sulle colline, i pittoreschi borghi liguri si specchiano ammiccanti nel mare, che in questa stagione si accende di un blu intenso grazie al soffio lieve della tramontana che rende l'aria tersa e pulita. Dopo il grande successo degli scorsi anni, si ripete Borghi da gustare, l'iniziativa organizzata dalle associazioni Paesi Bandiera Arancione e Borghi più belli d'Italia e promossa dall'Agenzia regionale di promozione turistica "in Liguria". Dal 10 settembre al 19 dicembre 2010 (esclusi i periodi dal 30 ottobre al 2 novembre e dal 4 all'8 dicembre) l'offerta prevede pernottamento, prima colazione e cena al costo di 50 euro a persona (bevande ed extra esclusi) e, novità di quest'anno, due pernottamenti (con due prime colazioni e due cene) al costo di 80 euro a persona.

Cioccolato a Palazzo

Logo Liguria Style (Fonte uff. stampa evento)

Genova, dall’11 al 18 novembre – Unico protagonista del gustoso evento organizzato da Liguriastyle sarà il cioccolato.
Nelle splendide sale di Palazzo Imperiale di Piazza Campetto, cuore del centro storico genovese, nella sede di Liguriastyle dove vengono valorizzate le produzioni artigianali tipiche liguri di qualità, saranno allestiti gli spazi espositivi che ospiteranno le produzioni di cioccolato. Una serie di incontri e degustazioni al profumo di cioccolato saranno la gioia di tutti coloro che di questa prelibatezza vanno ghiotti. L'evento genovese, pur partendo dal cioccolato, ha la finalità di promuovere tutti i 10 marchi tipici liguri: Ardesia della Val Fontanabuona, Damaschi e tessuti di Lorsica, Sedia di Chiavari, Filigrana di Campo Ligure, Velluto di Zoagli, Ceramica, Cioccolato, Decorazione con varietà vegetali fresche e secche, Ferro battuto e forgiato e Vetro.

‘Il Bacio: Un Capolavoro per L'Italia’

Il Bacio (Hayez) (Fonte uff. stampa mostra)Genova, dal 2 ottobre 2010 al 9 gennaio 2011 – ‘Il Bacio’ di Francesco Hayez, icona del Romanticismo.

Nel Museo del Risorgimento, casa natale di Giuseppe Mazzini, si presenta al pubblico il dipinto ‘Il Bacio’ nella versione del 1861. L’opera divenne ben presto simbolo delle lotte risorgimentali e dell'idea comune di nazione e di libertà che si andava consolidando nel paese unificato. La mostra itinerante, che vede nel Museo del Risorgimento la seconda tappa, porterà l'opera in viaggio attraverso diverse città sino a Roma, in un simbolico percorso che abbraccerà tutta l'Italia. L'esposizione del capolavoro, che più rappresenta il sogno patriottico, rientra nell'ambito delle iniziative dedicate al 150° anniversario dell'Unità d'Italia.

Informazioni utili

www.museidigenova.it 
Area Cultura e Innovazione Settore Musei
Ufficio Marketing Tel. (010) 5574741 -28 Fax (010) 5574701
Ogni sabato alle ore 15.30 visite guidate alla mostra e itinerari guidati nel centro storico cittadino alla scoperta di Genova risorgimentale.

'Meditazioni Mediterraneo'

‘Il Vesuvio’  (Fonte Matteo Paoletti)Genova, dal 10 settembre al 7 novembre - Giochi di luce e installazioni interattive, reperti nuragici e atlanti. Dalla Siria a Pompei, un viaggio tra civiltà lontane.

Luci, colori e suoni del Mediterraneo, una mostra interattiva per raccontare il mare attraverso sguardi e paesaggi da Gibilterra ai Dardanelli. Un trionfo di installazioni multimediali disposte in sei sale, un percorso che va dal Marocco a Pompei alla Siria, dove il pubblico viene coinvolto in prima persona per attivare filmati, proiezioni ed effetti speciali di grande impatto. Le installazioni dialogano coi reperti archeologici delle civiltà del Tirreno, le statuette nuragiche e le carte di navigazione genovesi esposte nella mostra parallela Riflessi sul Tirreno. Nell'esposizione si trovano alcuni pezzi rarissimi, come un atlante di navigazione trecentesco e la Mappa del Muggiolo (metà 1500) in prestito dalla Biblioteca Berio.

Informazioni utili
www.palazzoducale.genova.it 

La mostra è aperta da martedì a domenica, dalle 9.00 alle 19.00.
Aperture straordinarie fino alle 24 il 9, 11 e 24 settembre.
Tel. 010 5574065

Arte contemporanea sotto la Lanterna

‘Persona in meno’ (Fonte uff.stampa)

Genova, dal 18 settembre al 18 ottobre – nella splendida cornice di Palazzo Ducale sarà allestita una straordinaria mostra d’arte contemporanea.  L’esposizione è il frutto di quattro mesi di lavoro di tre giovani curatori stranieri – Angelique Campens (Belgio), Erica Cooke (USA) e Chris Fitzpatrick (USA) – che hanno partecipato alla quarta edizione del progetto ‘Residenza per giovani curatori’, promosso dalla Fondazione Edoardo Garrone e dalla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. Il progetto si pone l’obiettivo di promuovere l’arte contemporanea italiana in ambito internazionale. La selezione dei partecipanti è avvenuta tramite il contatto con le migliori scuole internazionali per curatori: il Royal College of Art – Curating Contemporary Art MA (London); il Bard College Center for Curatorial Studies (New York); il Curatorial Training Programme De Appel (Amsterdam); la Konstfack Academy (Stokholm); l’Independent Study Program Withney Museum (New York); il Goldsmith’s College (London); il California College of the Art – MA in Curatorial Practice (San Francisco) e l’Ecole du Magasin di Grenoble.

Salone Nautico

Salone Nautico (Foto: Uff. stampa evento)

Genova, dal 2 al 10 ottobre – Cinquantesima edizione dell’importante manifestazione dedicata alla nautica da diporto con numeri da capogiro. Salone Nautico
Innovazione, completezza e qualità saranno i segni distintivi del Salone 2010, che con una progressione continua nell’arco di quasi mezzo secolo, ha conquistato la leadership mondiale, confermandosi punto di riferimento internazionale per l’intero settore della nautica da diporto. La rassegna – che si svilupperà nei settori delle imbarcazioni a motore, a vela e pneumatiche, abbigliamento tecnico, accessori, turismo nautico e servizi – vedrà 1.400 espositori, 2.300 barche di cui 500 in acqua. Questa cinquantesima edizione, parlerà anche straniero: oltre il 36% di espositori provengono infatti dall’estero.

5 maggio 1915 . Il Monumento ai Mille tra mito e propaganda

Spedizione dei Mille (Fonte:  Uff. Stampa mostra)

Liguria Genova
07.05.2010 - 04.09.2010
Genova, dal 7 maggio al 4 settembre – al Museo del Risorgimento si potrà rivivere l’impresa dei Mille grazie a testimonianze artistiche e documentarie d’archivio storico. Dopo il restauro del Monumento ai Mille di Quarto di Eugenio Baroni, nell’ambito dei festeggiamenti per il 150° anniversario dell’impresa dei Mille, in una sala del Museo del Risorgimento è il momento della mostra intitolata: “5 maggio 1915. Il monumento ai Mille tra mito e propaganda” dedicata alla storia del monumento stesso e della sua inaugurazione. Tra le testimonianze il bozzetto in gesso del monumento ai Mille di Eugenio Baroni, realizzato tra il 1909 ed il 1910, il bozzetto del manifesto per l’inaugurazione e il dipinto su tavola, realizzati da Plinio Nomellini, il documento originale manoscritto di Gabriele D’Annunzio recante l’”Orazione per la Sagra dei Mille”. Orario: martedì-venerdì 9.00/19.00; sabato 10.00/19.00; domenica e lunedì chiuso
Telefono:010-2465843 museorisorgimento@comune.genova.it